pensiero nome astratto o concreto

Credits: Ipa-agency ... indicano esseri o cose astratte, ... COMPLETA IL RIPASSO DELLA MORFOLOGIA DEL NOME, CON I PREFISSI E I SUFFISSI, E LE RADICI E DESINENZE! In quali aree? Più precisamente, si tratta di una delle ultime capacità cognitive che l’essere umano ha acquisito nella sua evoluzione. In altre parole, nel pensiero astratto entra in gioco anche l’immaginazione. Può essere utile al nostro sviluppo personale in contesti astratti come la spiritualità. Nel pensiero concreto la conoscenza avviene attraverso l’esperienza diretta con il fenomeno in questione (ovvero è una forma di pensiero induttivo). Jean Piaget (1896-1980) ha suddiviso lo suo sviluppo cognitivo del bambino in cinque livelli o periodi o fasi. Gentile: la logica come dialettica del concreto e dell'astratto Il Sistema di logica come teoria del conoscere fu diretto in primo luogo a chiarire come sia possibile che il pensiero risulti insieme sempre libero e contemporaneamente identico alla sua necessità razionale. Il migliore è quello che si adatta bene al compito che vogliamo portare a termine. Anche intuitivamente, «sarebbe difficile collocare tra i nomi concreti o tra quelli astratti parole come sonno, malessere, corsa, salto, caduta, arrivo, che indicano fatti percepibili dai sensi, ma privi di consistenza materiale» (Dardano & Trifone 1997). A differenza del pensiero concreto, il pensiero astratto implica un processo mentale. Infatti, Piaget chiamava il pensiero astratto, pensiero formale, perché apparteneva a questo stadio evolutivo. Userà invece il pensiero astratto quando penserà a più libri, libri che non si trovano necessariamente nella sua libreria o davanti ai suoi occhi. In che cosa differiscono questi due tipi di pensiero? 463-471. – possono: prendere l’articolo indeterminativo uno e i quantificatori numerali (15); accettare la forma plurale in presenza di un modificatore (16); essere modificati da quantificatori come poco, abbastanza, molto, ecc. Non hanno la capacità di pensare oltre un certo limite. Immaginate una persona che stia pensando a un libro specifico. ), e indica soltanto l’indeterminatezza del nome: Tuttavia, anche in questo caso in presenza di un’intonazione marcata l’uso dell’articolo uno è certamente plausibile (era di una pazienza!). a) SI b) NO 14) PITTURA è un nome CONCRETO? Anonimo. Grammatica italiana ad uso delle scuole. ( Chiudi sessione /  Per esempio, lo studio può essere sia astratto che concreto. Funzione, spesso sotto forma di tabella, che definisce una corrispondenza tra un insieme di simboli (chiavi) e un altro insieme di simboli o di valori numerici (significati): per es. a) SI b) NO 15) GIOIA è un nome ASTRATTO? Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. In fondo quella brava donna non era lontana da ciò che leggo sul Sabatini Coletti: “Astratto: che non deriva dall’esperienza sensibile ma dal puro ragionamento. Seguici su. 'Democrazia' nome astratto o concreto? 21 risposte. E’ vero, “i sangui” non esistono, c’è solo il singolare del termine … L’aggettivo è passibile di determinazione morfologica o sintattica comparativa. Astratto, ma solo per chi ha la testa nelle nuvole. Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. con determinazioni: essere astratto... astrattista s. m. e f. e agg. Anonimo. 6. Il verbo “intendere” si può considerare astratto quando ha l’accezione di 'capire il significato', 'comprendere con la mente': "Filippo ha inteso subito, senza problemi, il pensiero dell’autore"; concreto allorché si fa riferimento esplicito all’udito, alla percezione sensoriale, quando significa, insomma, 'sentire', 'udire': "Durante tutta la notte ha inteso dei rumori sospetti". 1 0?? - Trova più significati per ogni situazione. - Si concentra su cose che non sono presenti. astratto; Sabatini & Coletti 2008, s.v. In linguistica, la categoria di nome astratto non è universalmente accettata. Vediamo ognuno di loro. Un pensiero, quindi, sarà un nome astratto, mentre una nuvola, nonostante sia qualcosa di lontano, dato che si può vedere sarà un nome concreto.. il 09 Dicembre 2016, da Maria Cristina Astorino. Questo potrebbe essere una prova a suo favore, rispetto al pensiero concreto che avrebbe un carattere più restrittivo. Scoprite le sue caratteristiche, funzioni, esempi e differenze con il pensiero concreto. I nomi astratti del secondo tipo – ovvero, quelli assimilabili ai nomi comuni numerabili (qualità, parere, condizione, sventura, difficoltà, aspetto, ecc.) A cosa serve? In effetti, il bambino nella gestione degli oggetti fa molte conclusioni. Ricchezza in senso astratto e concreto #16129 Il 17/10/2018 Il mio nome è privato di 11 anni ha scritto: Non riesco ha fare una frase con ricchezza in modo che sia astratto ne in modo che sia concreto ne ho già fatta un'altra con medicina cioè il dottore mi ha prescritto una medicina e studierò medicina reale | CON. 4. Lo usiamo ogni giorno quando valutiamo situazioni che implicano uno sguardo al passato o al futuro (oltre il presente). Si concentra su elementi che non sono presenti (va oltre il contesto attuale). 1° (La frase. 0 0. Esistono numerose forme di pensiero: convergente, divergente, pratico, teorico, letterale…Qual è il migliore? È un nome astratto perché non esiste 'concretamente', non puoi toccare la democrazia. Italiano comune e lingua letteraria. Marte non esiste, ma come può un nome proprio di persona (o di dio) essere astratto? concreto [con-crè-to] A agg. astratto. Avrete certamente sentito parlare del pensiero astratto, ma… che cos’è esattamente? – 1. a. Sarebbe l’opposto del pensiero concreto che, in questo caso, è una pensiero letterale basato su tempo e spazio presente. Su questa base egli distingue il pensiero astratto dal pensiero concreto e identifica il pensiero concreto con il pensare in atto. 4 risposte. Il pensiero umano astratto è una delle opzioni per l'attività cognitiva che ti consente di pensare in modo astratto, in altre parole, aiuta a sottrarre da dettagli minori al fine di essere in grado di considerare la situazione che è sorta o l'intero fenomeno. Avrete certamente sentito parlare del pensiero astratto, ma… che cos’è esattamente? Ora che abbiamo visto esattamente quale pensiero concreto è, in che modo è diverso dall'astratto? 1°, pp. I nomi astratti non sarebbero infatti di facile definizione dal punto di vista semantico: non a caso l’‘astrattezza’ non rientra tra i parametri semantici (quali l’essere o no umano, l’essere o no animato, il numero, il sesso / genere, la forma, la consistenza, la posizione nello spazio, ecc.) Scoprite le sue caratteristiche, funzioni, esempi e differenze con il pensiero concreto. Spero di esserti stata utile, a presto! È un pensiero che ci permette di riflettere su ciò che non è presente nello spazio o nel momento attuale. Dardano, Maurizio & Trifone, Pietro (1997), La nuova grammatica della lingua italiana, Bologna, Zanichelli. La mia risposta: Ciao! Enciclopedia dell'Italiano (2010). Renzi, Lorenzo (1988), Il sintagma nominale, in Grande grammatica italiana di consultazione, a cura di L. Renzi, G. Salvi & A. Cardinaletti, Bologna, il Mulino, 1988-1995, 3 voll., vol. Il pensiero concreto è il pensiero focalizzato sul mondo fisico. Il pensiero astratto va dal generale al particolare (fatto che permette di formulare leggi e teorie, ad esempio). Oppure, al contrario, queste abilità sono totalmente differenti? Fai clic su Condividi per renderla pubblica. Questa classifica è disattivata perché le impostazioni sono diverse da quelle del proprietario della risorsa. Le differenze sono evidenti all’occhio, e anche a livello logico, in alcune parole, ma per altri nomi ci si confonde facilmente. 7. Il pensiero astratto richiede molte più analisi e va più in profondità mentre il pensiero concreto rimane in superficie. Il pensiero astratto richiede molte più analisi e va più in profondità mentre il pensiero concreto rimane in superficie. astratto) – i nomi cosiddetti astratti fanno parte dei nomi comuni e denoterebbero entità non percepibili fisicamente, quindi difficilmente misurabili e delimitabili. [dal lat. || LING Nome astratto, che esprime una semplice nozione o qualità e non un oggetto o un essere reale CONT. stabilire sempre se un nome sia astratto o concreto: - non serve nello studio delle lingue classiche; - non aiuta neanche nello studio delle lingue straniere." Marte (concreto) come dio (altro nome concreto) possiede la "divinità" (nome astratto). a) SI b) NO 13) PITTORE è un nome CONCRETO? Serianni, Luca (1988), Grammatica italiana. - Ti consente di pensare a idee astratte. universalmente considerati per attribuire a un nome una specifica classe (Aikhenvald 20062). Si tratta di un animale fisico che esiste nella realtà intorno a noi. Aikhenvald, Alexandra Y. di Federico Faloppa - In grammatica e in linguistica, nome sostantivo (o sostantivo in assoluto), parte del discorso che indica una singola persona, un singolo animale o una singola cosa, o una classe di persone, animali o cose. di servitù, o a quello di celebrità, astratto quando adoperato nel senso di fama, concreto quando indica una persona celebre («via, non fo per dire, / ma oggi sono una celebrità», Giosuè Carducci, “Davanti San Guido” in Rime nuove, vv. D’altronde, la categoria di astratto avrebbe fatto la sua comparsa nelle grammatiche descrittive soltanto nella prima metà dell’Ottocento e, limitandosi all’area italiana, solo a partire dalla Grammatica ragionata della lingua italiana di Vanzon (18342: 58-59: «I nomi comuni si dividono in: 1 – Sostantivi propriamente detti [...]; 2 – Astratti, o siano nomi d’obbietti immaginari solo esistenti nella nostra mente, per cui vuolsi esprimere la qualità astratta»), e tuttora sarebbe, per i grammatici che vi fanno ricorso (ma si vedano le obiezioni in Goidanich 19674: XVIII-XIX), «da non intendere in senso troppo rigido» (Serianni 1988: 88). Ci consente, inoltre, di fare riferimento a concetti o principi generali, nel nostro quotidiano o in altri contesti, come quello lavorativo o scientifico. Il pensiero concreto ha la stessa funzione, ma con oggetti presenti nel mondo fisico. Un altro esempio di impiego del pensiero astratto: un artista che sta valutando quali colori vadano meglio per il suo quadro o il musicista che sta scegliendo la nota perfetta per finire la sua sinfonia. ‖ LING Nome astratto, che esprime una semplice nozione o qualità e non un oggetto o un essere reale ‖ CON. È un pensiero che ci permette di riflettere su ciò che non è presente nello spazio o nel momento attuale. Fonte: https://lamenteemeravigliosa.it/pensiero-astratto-cose-e-a-cosa-serve/, Mostra tutti gli articoli di vivianachinellopsicologa. Roby. ( Chiudi sessione /  Come farsi dare la vagina dalle donne ? L’epistemologo e biologo svizzero Jean Piaget (1896-1980) parlava già di pensiero astratto. “Il saggio non dice tutto quello che pensa, ma pensa tutto quello che dice”. Troverete una lezione sui nomi astratti e concreti con esempi commentati seguendo questo link . Il pensiero astratto, essendo una delle più importanti abilità cognitive delle persone, è stato molto studiato dalla psicologia nel corso degli anni. Nulla … - Cesano Maderno Via Santo Stefano, 10 c/o Centro Koru Lab. 23-24). Come abbiamo visto, il pensiero astratto “è ovunque” e presenta grandi vantaggi quando si tratta di stimolarne altri come la riflessione o il ragionamento. D’altra parte, abbiamo detto che il pensiero astratto è ipotetico e deduttivo. di astratto] (pl. Aiuta a trovare significati diversi in ogni situazione. Ci consente, inoltre, di fare riferimento a concetti… Il sorriso è un nome astratto o concreto? Con nozioni di metrica, esercizi e suggerimenti didattici, 1918). tu madre non lo sa? Di persona, che ha la mente rivolta altrove, profondamente assorta in qualche pensiero: camminava astratto; mi sembri astratto; meno com. È un pensiero flessibile, che stimola la discussione. Che poi Marte (o Dio) non esista nella realtà, ma solo nella mente di chi ci crede, è un'altro discorso. Questo pensiero rappresenta, oltretutto, un’abilità cognitiva. Esempio: “pesce” è un nome concreto, perché possiamo vederlo e toccarlo. Invece il pensiero concreto va dal particolare al generale. Sviluppo cognitivo. Goidanich, Pier Gabriele (19674), Grammatica italiana, con note aggiunte dell’autore e una introduzione di L. Heilmann, Bologna, Zanichelli (1ª ed. Classificazione. della persona o della cosa indicata dal sostantivo a cui è riferito. La terminologia utilizzata è di conseguenza piuttosto eterogenea, quando non divergente (Schmid 2000: 10-63). In astratto, prescindendo da ogni realtà concreta, senza precisa determinazione: ragionare in a. Modifica ), Mandami una notifica per nuovi articoli via e-mail, Carate Brianza Via Mattavelli, 3 c/o Bianalisi Med S.r.l. ( Chiudi sessione /  In questa tappa sono centrali i seguenti elementi: Questo pensiero, secondo Piaget, è strettamente collegato alla logica e alla capacità di risolvere i problemi. nome comune di cosa genere: maschile numero: singolare individuale primitivo concreto. m. -i). Nella vulgata – data dalle grammatiche scolastiche (➔ analisi grammaticale) e dalle definizioni dei dizionari dell’uso (ad es. From corpus to cognition, Berlin - New York, Mouton de Gruyter. pass. In breve, il pensiero astratto è presente in tante situazioni e scenari. 4 risposte. 4 anni fa. Tutti e nessuno. Una persona con un pensiero concreto non pensa oltre i fatti. Nella grammatica greco-latina, il sostantivo non formava una parte del discorso autonoma, ma costituiva, ... Parte del discorso, che esprime gli attributi di qualità, quantità ecc. astratto agg. Infine, il pensiero astratto consente la riflessione e il dibattito(essendo flessibile); quello concreto non permette variazioni poiché si basa su ciò che è tangibile ed evidente. E ancora: il compositore che fa ricorso alla sua immaginazione per scrivere il testo di una canzone, il matematico che analizza i numeri per tirare le somme, nello stesso modo in cui il fisico o lo statistico colgono una relazione significative tra i dati raccolti. (ma solo se questi sono al plurale) (17); co-occorrere con il partitivo (ma solo se questo è al plurale): La categoria dei nomi astratti è aperta grazie alla possibilità di incorporare aggettivi sostantivati (buono: «c’è del buono in te»; marcio: «c’è del marcio in Danimarca»; torbido: «nel torbido di questa storia», ecc.) (1) e di richiedere – in sintagmi nominali dal senso indeterminato (specifico o non) – l’articolo partitivo dello invece di quello indeterminativo uno (2): (2) * gli amori / * le diffidenze / * le verità. Rispetto al pensiero concreto, il pensiero astratto riguarda la comprensione dei molteplici significati. E poi, a cosa serve e quali vantaggi offre. a) SI b) NO 17) MATITA è un nome ASTRATTO? Cerchiamo di saperne di più attraverso una sintesi delle sue caratteristiche. Che cos’è il pensiero astratto? ... Volevo condividere con voi un pensiero, oggi son 5 anni che mia madre è morta e riflettevo.... ? “Paura” è un nome astratto – diceva a se stesso – “violenza” è un nome astratto, ma il sangue sulla faccia del mio amico Livio, preso a pugni da un branco di infami per rubargli il cellulare, è concreto. Il pensiero astratto implica un'enfasi sul significato nascosto o inteso, mentre il pensiero concreto è sempre letterale, diretto e molto diretto. D’altra parte, padroneggiare il pensiero astratto (così come il suo linguaggio) è utile in campi come la matematica o le scienze, poiché il ragionamento analitico richiede l’uso del pensiero astratto. ; pur potendo prendere il plurale – fattore che farebbe pensare a una riclassificazione del nome come numerabile – i nomi astratti non possono occorrere, di fatto, con veri e propri quantificatori numerali: Da qui si potrebbe supporre che sintagmi come le dolcezze, le amarezze, le gioie siano marcati formalmente ma non semanticamente: si tratterebbe cioè di plurali simili a ossa, mura, urla, che possono avere due plurali differenziati morfologicamente, ossi / ossa; muri / mura; urli / urla, dove il secondo, in -a, rappresenta la forma collettiva, non più numerabile, che semanticamente li rende simili ai nomi massa. È l’opposto del pensiero astratto.Grazie al pensiero concreto le persone sono in grado di focalizzarsi sui fatti nel qui e ora, sugli oggetti fisici e sulle definizioni letterali. Detto altrimenti, e prendendo in considerazione non tanto il nome quanto la natura di ciò che designa, i nomi astratti sarebbero quelli che designano entità che non fanno parte del mondo concreto, fisico, e di cui non si può avere esperienza attraverso i sensi (Schmid 2000: 63). a) SI b) NO 18) ACQUA è un nome CONCRETO? teorico, astratto 2 estens. Uno studio olandese del 2006 ha dimostrato che ci sentiamo più “potenti” quando ci permettono di pensare in modo astratto. 4 anni fa. Che cos'è il pensiero astratto? Secondo lo Psychology Dictionary, il pensiero astratto è la capacità di cogliere l’essenziale e le caratteristiche comuni. 5. Vediamo in sintesi un elenco di caratteristiche del pensiero astratto, facendo riferimento alla forma, al contenuto e alle funzioni: Per comprendere meglio questo pensiero, possiamo ricorrere ad esempi concreti. Per sviluppo cognitivo si intende lo sviluppo delle attività intellettive. Il suffisso così definito è anche detto suffisso tematico, ... Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. 3 BELLE ARTI Che segue l'astrattismo, che si riferisce ad astrattismo: quadro a. a) SI b) NO 12) GIUSTIZIA è un nome ASTRATTO? Silvio Russo il 11 Dicembre 2016 ha risposto: È astratto anche se potrebbe sembrare il contrario, a meno che non ci si riferisce proprio al viso ed alla faccia che stiamo considerando in sé stessa. La fase delle operazioni formali comincia tra gli 11 e i 15 anni di età e si estende fino all’età adulta. Schmid, Hans-Jorg (2000), English abstract nouns as conceptual shells. ( Chiudi sessione /  #22667 Il 28/03/2020 Angjelo di 10 anni ha scritto: Democrazia è un nome astratto o concreto? Il pensiero astratto, abbiamo detto, ci permette di mettere in relazione concetti diversi, convinzioni o elementi che si trovano nell’ambiente, interno o esterno. In realtà, con alcuni di questi nomi (come per i nomi di massa concreti) l’uso del plurale e dell’articolo uno è possibile, ma soltanto in presenza di un modificatore del nome (5; 7; 9-10), che causa un conseguente slittamento di significato: È da notare, tuttavia, che l’uso di uno è plausibile se c’è un’intonazione marcata: ha avuto un coraggio! Vediamo, dunque, in che modo differisce dal suo “opposto”, il pensiero concreto. 1 / 2. Torta = nome concreto (perché cade sotto i … Serve a portare alla mente i diversi aspetti di una situazione, a prevedere e pianificare il futuro, a pensare in modo simbolico e trarre conclusioni. I nomi concreti si riferiscono a tutto ciò (persone, animali e cose) che si può vedere, toccare o comunque si può riconoscere attraverso i cinque sensi. Nel primo caso compito è un nome concreto mentre nel secondo è astratto, ed è proprio al contesto che dovete fare attenzione quando fate l'analisi grammaticale del nome. Il pensiero nell’età evolutiva. di servitù, o a quello di celebrità, astratto quando adoperato nel senso di fama, concreto quando indica una persona celebre («via, non fo per dire, / ma oggi sono una celebrità», Giosuè Carducci, “Davanti San Guido” in Rime … È possibile applicare questa forma di pensiero alla vita di tutti i giorni? (20062), Classifiers and noun classes: semantics, in Encyclopaedia of language and linguistics, editor-in-chief K. Brown, Boston - Oxford, Elsevier, 14 voll., vol. Elaborò un’ipotesi secondo cui il pensiero astratto, così come il ragionamento, emerge nell’ultima fase dello sviluppo (la fase delle operazioni formali). Il pensiero astratto implica un'enfasi sul significato nascosto o intenzionale, mentre il pensiero concreto è sempre letterale, diretto e molto diretto. Il pensiero astratto ci permette di elaborare, descrivere e manipolare le informazioni mentali. Sono due facce della stessa medaglia? Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Facebook. cielo. Permette di immaginare, creare e innovare. Le cose danno origine a certe idee e, di conseguenza, il bambino riceve la conoscenza come prova della dichiarazione di opinione o come scusa per l'interpretazione. Non è raro, inoltre, che alcuni nomi possano appartenere ora alla categoria di nome astratto ora a quella dei nomi concreti (➔ concreti, nomi), secondo il contesto e l’uso: si pensi all’es. Ecco che allora alla difficoltà di distinguere tra astratto e concreto si aggiunge anche il contesto: in alcuni casi infatti il nome può essere astratto mentre in altri può essere concreto. In questo senso, sarebbe una delle caratteristiche distintive dell’essere umano, quella che ci distingue dalle altre specie animali. Lv 7. la tabella mediante la quale un compilatore traduce i nomi delle variabili del programma sorgente in indirizzi ... Elemento formativo di una parola, con funzioni di derivazione e di determinazione morfologica e semantica, costituito da uno o più fonemi o sillabe, posposti alla radice o al tema: i suffisso diminutivi più comuni in italiano sono -ino, -etto, -ello. Bisogna prestare molta attenzione nel categorizzare i nomi in “ concreti ” e “ astratti ” perché spesso la decisione può essere soggettiva o quanto meno può. di abstrahĕre «astrarre»]. Nel primo tipo si collocano nomi come amore, dolcezza, amarezza, diffidenza, gioia, bontà, verità, bellezza, coraggio, pazienza, ecc., che hanno requisiti propri dei nomi massa concreti, come quelli di rifiutare l’uso del plurale. Rispondi Salva. “Il pensiero è la principale facoltà dell’uomo, e l’arte di esprimere i pensieri è la prima tra le arti.”. Con altri nomi astratti massa, l’uso dell’articolo uno è possibile solo se è presente un modificatore del nome (un aggettivo, un avverbio, una frase relativa, ecc. È un nome musicale . Questa classifica è privata. Pensiero astratto . abstractus, part. astratto troviamo anche 'sostantivo che indica un concetto (l'opposto di concreto), che indica un essere o un oggetto', mentre il GRADIT per nome astratto dice sinteticamente 'riferito a concetti astratti'; il Sabatini-Coletti (ed. Edmondo. [der. il. Quindi, la flessibilità è un altro valore aggiunto alle nostre capacità di ragionamento. In questa immagine l'oggetto concreto è la lampadina, il concetto astratto è l'idea! ; che può permettere l’ellissi del modificatore: ha avuto un coraggio (che non ti dico)! Suoni, forme, costrutti, con la collaborazione di A. Castelvecchi, Torino, UTET. Lv 7. 21 risposte. Non è raro, inoltre, che alcuni nomi possano appartenere ora alla categoria di nome astratto ora a quella dei nomi concreti ( concreti, nomi), secondo il contesto e l’uso: si pensi all’es. Questo significa che ci permette di formulare ipotesi senza doverle provare in modo empirico. è illuminato. Anonimo. Classificazione. Di seguito leggerete ben 20 frasi con nomi astratti : le prime 7 sono affermative, le seconde 7 sono negative, le ultime sono invece interrogative. I nomi astratti sono posteriori ai comuni'; nel GDLI s.v. 0 0. Ci offre qualche vantaggio? concreto 2 Di persona, che è distaccata dalla realtà, che è assorta in … Frasi con nomi concreti e. Nei riguardi della specie il nome può essere concreto o astratto. 4 anni fa. psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR. GRADIT, s.v. concreto 2 Di persona, che è distaccata dalla realtà, che è assorta in qualcosa: camminare sempre pensieroso e a. Ci aiuta anche a innovare, creare, immaginare, sviluppare nuove idee, imparare dalle esperienze passate e riflettere sul futuro. 4 anni fa. confusione è un nome concreto o astratto? Il pensare è essenzialmente attività. Alcune delle sue caratteristiche più importanti sono le seguenti: - Permette di trarre conclusioni osservando le relazioni tra gli elementi. in Pensiero astratto: cos’è e a cosa serve? Il confine fra astratto e concreto è in molti casi assai labile. Il pensiero concreto è opposto a quello astratto. Pur accettati in quanto categoria a sé, i nomi astratti andrebbero studiati – data la difficoltà di trattarli da un punto di vista semantico – anzitutto per il comportamento grammaticale, secondo il quale si dividerebbero in due tipi: quelli che condividono il comportamento dei nomi comuni di massa (➔ nomi), e quelli che seguono le regole proprie dei nomi comuni numerabili (Renzi 1988: 326).

Partigiani Val Borbera, Funghi Di Ferla Velenosi, Hotel San Michele Sirolo, Studioso Di Razze E Culture, Numana Appartamenti Vendita, Numana Appartamenti Vendita,

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.

TOP